Veduta panoramica
Il centro
Il mare
Il lungomare
La spiaggia
clicca sul "+" per avere maggiori informazioni

Porto Recanati

-Mostra Archeologica permanente “Divi & Dei”
La mostra espone reperti statuari, tutti in marmo bianco, provenienti dall'area archeologica della città romana di Potentia e rappresenta un primo passo nella direzione di un allestimento permanente su questa città.
L'esposizione comprende un busto maschile; una statua di divinità seduta, di piccole dimensioni; una statua di togato, di grandezza naturale, sicuramente la rappresentazione di un personaggio eminente, figura imperiale o magistrato locale, attribuibile ad età tardo-imperiale; una statuetta della Collezione Volpini, raffigurante un piccolo Eros; una statuetta maschile, sempre della Collezione Volpini, appoggiata posteriormente ad un piastrino parallelepipedo, che rappresenta un giovane nudo. Infine, un busto femminile, databile verso la fine dell'età repubblicana.
Indirizzo Castello Svevo Piazza F.lli Brancondi, 1
Telefono +39 0 71 759 186 2
Fax 717591283
Proprietà: Comunale
-Pinacoteca Comunale “A. Moroni”
La Pinacoteca nasce dal collezionismo privato. E' ospitata nelle sale superiori del Castello Svevo, distribuita in sette sale, e fornisce un interessante spaccato del panorama pittorico italiano del 1800. Istituita infatti dal Comune a seguito della donazione di Attilio Moroni, collezionista e noto studioso, che aveva raccolto opere di vari secoli e Scuole, e particolarmente dipinti italiani e stranieri dell' Ottocento e del primo Novecento che costituiscono la peculiarità della Pinacoteca e la caratterizzano come una delle più importanti raccolte d' arte moderna della regione. Articolata in sette sale ed un corridoio è collocata al primo piano del Castello Svevo, caratterizzato da un' imponente torre e costruito nel XV secolo per difendere la costa dalle pressanti aggressioni dei pirati.
La corte, oggi intitolata "Arena Beniamino Gigli" in ricordo del cantante lirico recanatese, ospita durante l' estate, manifestazioni d' arte e concerti. Nelle varie sale assieme a sculture, ceramiche e qualche vaso antico, sono esposti numerosi dipinti, alcuni dei quali portano le firme di Giulio Severini (1883-1966); Filippo de Pisis (1890-1966); Ottone Rosai (1895-1957); Vittorio Corcos (1859-1933); Giovanni Fattori (1825-1908); Domenico Morelli (1823-1901); Giovanni Costa (1826-1903) e Silvestro Lega (1826-1895). Essa fornisce un interessante spaccato del panorama pittorico italiano del 1800. Istituita infatti dal Comune a seguito della donazione di Attilio Moroni, collezionista e noto studioso, che aveva raccolto opere di vari secoli e Scuole, e particolarmente dipinti italiani e stranieri dell' Ottocento e del primo Novecento che costituiscono la peculiarità della Pinacoteca e la caratterizzano come una delle più importanti raccolte d' arte moderna della regione. La corte, oggi intitolata "Arena Beniamino Gigli" in ricordo del cantante lirico recanatese, ospita durante l' estate, manifestazioni d' arte e concerti. Nelle varie sale assieme a sculture, ceramiche e qualche vaso antico, sono esposti numerosi dipinti, alcuni dei quali portano le firme di Severini, De Pisis, Rosai, Colcos, Fattori, Morelli, Costa e Lega.
Aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 16.00 alle ore 19.00
Nel periodo invernale visite su richiesta previo appuntamento telefonico. L'ingresso è libero
Indirizzo C/o Castello Svevo, Piazza Brancondi
Telefono +39 0 71 759 128 3 - Fax +39 0 71 759 186 2
Proprietà: Comunale